20 Consigli a Prova di Nervo per Superare l’Ansia

Superare l’ansia è un obiettivo non certo facile da raggiungere, perché l’ansia è un’emozione caratterizzata da sensazioni sgradevoli e limitanti, come il senso di soffocamento e oppressione.

Vediamo come gestirla al meglio!

Timore, paura, apprensione, preoccupazione, nervosismo, insonnia, facilità al pianto, palpitazioni, debolezza, tremori…in una sola parola ANSIA.

L’ansia di non farcela, di venir tagliato fuori, di non essere all’altezza, di non venir giudicati bene, di perdere tutto.

Se anche tu soffri d’ansia, non sentirti solo. Gli ultimi dati ci dimostrano che 16 italiani su 100 soffrono di disturbi legati all’ansia e il numero è in costante aumento.

In particolare il 21% dei ragazzi fra gli 8 e i 17 anni soffre di qualche forma d’ansia specifica o generalizzata.

Negli ultimi anni l’ansia è considerata un vero e proprio disturbo della personalità.

Purtroppo sono sempre di più coloro che vivono intere giornate, mesi e anni in preda ai disturbi dell’ansia (anche la sottoscritta ne sa qualcosa!)

Queste persone arrivano a percepire la realtà come una continua minaccia, fino a divenire estremamente vulnerabili e ad avere una ipervigilanza continua rispetto ai possibili indizi di minaccia presenti nell’ambiente e, soprattutto, nelle situazioni nuove.

Qualcuno arriva ad uno stato di tensione permanente che compromette anche i gesti più semplici, come prendere l’autobus o guidare l’auto.

Altri vivono nel timore che un attacco d’ansia possa coglie loro di sorpresa in qualsiasi situazione e l’unica soluzione sembra quella di evitare appunto qualsiasi situazione.

Ma che cos’è in realtà l’ansia?

Per superare l’ansia è fondamentale conoscerla.

Si tratta di un’emozione fondamentale e del tutto spontanea dell’essere umano, come la paura, la rabbia, il dolore… e come tutte come le emozioni, non ha nulla di negativo.

Anzi, nel suo stato originale ha la funzione positiva di avvertirci in anticipo che qualcosa non sta andando per il verso giusto e che dobbiamo quindi prendere le dovute precauzioni per fare in modo che l’andamento degli eventi prenda la giusta direzione.

Normalmente funge da richiamo per la nostra attenzione, ci mette sul chi va là nelle situazioni di pericolo, ci orienta e ci stimola a realizzare obbiettivi a volte indispensabili.

È per questo motivo che l’ansia è un’emozione comune a così tante persone, praticamente a tutti.

Ma perché l’ansia da normale emozione si è trasformata in un problema patologico che limita la vita di sempre più persone?

Perché sono cambiati i nostri stili di vita, pretendiamo da noi stessi sempre di più, siamo sempre più orientati al superamento ossessivo dei nostri limiti e al soddisfare bisogni imposti da altri piuttosto che i nostri bisogni reali.

Attraverso l’ansia, il nostro corpo ci avverte che in qualche modo non vuole più sottostare a quella figura di perfezione che ogni giorno ci sforziamo di essere.

Se anche tu soffri d’ansia, non disperare!

Ecco 20 consigli utilissimi che ti possono aiutare a superare l’ansia:

20 Consigli per Vincere l’Ansia

#1. Smettila di preoccuparti per tutto

Continuare a preoccuparti per come andranno le cose, non farà certo in modo che vadano meglio..anzi!

Ma se sfrutti il tempo e l’energia che impieghi a preoccuparti per cambiare in positivo le situazioni che non vanno, vedrai presto dei miglioramenti e potrai superare l’ansia in modo più rapido.

#2. Non aspettare di essere pronto al 100 %

Quando siamo di fronte ad una situazione da affrontare o ad un’opportunità, nessuno si sente pronto al 100% (e nessuno può mai esserlo, la realtà ha troppe incognite).

Qualunque sia la situazione che devi affrontare, parti! Buttati, e diventerai pronto man mano che vai avanti.

#3. Pensa a quello che vuoi che succeda (non il contrario!)

Focalizza la tua attenzione su quello che vuoi che succeda, e non su quello che non vuoi.

Il pensiero positivo è alla base di qualsiasi storia di successo. Crea il tuo futuro con i giusti pensieri!

Svegliati ogni mattina pensando che ti accadrà qualcosa di entusiasmante, nuovo e potenzialmente meraviglioso.

#4. Coltiva la gratitudine

Ogni giorno dedica qualche minuto della tua giornata a ringraziare per quello che hai piuttosto che lamentarti per quello che non hai.

Smettila di sottovalutare la bellezza dei piccoli istanti, apprezza le piccole cose.

Non ti viene in mente nulla per cui essere grato? Pensaci bene e guarda qui 🙂

#5. Non ricercare la perfezione

Fare in modo che tutto sia perfetto, non ti aiuta ad agire, anzi, la perfezione è il contrario dell’azione e non ti aiuta per niente a superare l’ansia.

La ricerca della perfezione ad ogni costo ti blocca e ti imprigiona nella gabbia nella non azione!

#6. Credi in te stesso

Solo tu sai davvero quanto vali e cosa puoi raggiungere.

Accetta chi sei oggi e non lasciarti influenzare dal giudizio altrui.

#7. Non dimenticare mai il tuo scopo

L’89% delle persone soffre per la mancanza di un motivo profondo per cui vivere.

Qualsiasi essere umano ha bisogno di uno scopo a cui dedicare la propria esistenza.

E tu hai trovato lo scopo della tu vita?

Se sì, tienilo sempre in mente, tieni gli occhi puntati sul traguardo, non lasciarti distrarre dai rumori e dalle distrazioni.

Se non l’hai ancora trovato leggi qui.

#8. Non fingere che vada sempre tutto bene

Se c’è qualcosa che non va, non vergognarti di palesarlo, e non solo dentro le mura domestiche con le persone più care o annaffiando il cuscino di lacrime!

Non aver paura di mostrare le tue debolezze, anche se sei al lavoro o con gli amici…sentirsi un po’ così ogni tanto è più che normale.

Fare finta di essere sempre forti e voler dimostrare di essere sempre all’altezza, a lungo andare porterà la tua ansia a livelli altissimi!

Togli dal viso quel finto sorriso forzato e manifesta quello che provi.

Sei deluso, arrabbiato, triste, annoiato…esprimilo.

#9. Vivi qui e ora

La maggior preoccupazione delle persone ansiose è la paura per il futuro.

Il timore di quello che potrà succedere domani ti paralizza?

Tu se qui, ADESSO, e non sai cosa sarai domani, quindi goditi questo preciso istante e semplicemente, vivi più che puoi, adesso!

#10. Segui il flusso

Che tu lo voglia o no, la vita è una serie di cambiamenti continui e spontanei.

Voler controllare tutto e opporre resistenza al naturale scorrere della vita, ti porterà solo ansia e frustrazione.

Lascia che le cose fluiscano naturalmente verso la loro direzione.

Convinciti una volta per tutte che la vita è buona e lasciati trasportare da essa.

#11. Prenditi una pausa da ciò che ti stressa

Devi consegnare quel lavoro, la casa è sottosopra, tua madre ti chiama lamentandosi perché non ti fai mai vedere, tua suocera ti invita a pranzo e se non vai tua moglie/marito ce l’avrà con te..che fare?!

Semplice, fai quello che ti piace fare e non fare il resto.

Elimina dalla tua vita le situazioni che non ti vanno giù.

Vai al cinema, a teatro, in palestra.

Trascorrere del tempo fuori dalla situazione ansiogena, ti aiuterà a percepire diversamente le situazioni e trovare soluzioni nuove ai problemi.

#12. Riorganizzati

Se ti sembra di aver perso il controllo della situazione, riprendilo iniziando dalle piccole cose.

Riprendi in mano tutte quelle cose che hai trascurato.

Pulisci la casa e fai ordine negli armadi. Sistema il garage.

Ti sentirai molto meglio anche a livello emozionale!

#13. Ridi

È vero che le persone serene sorridono  spesso, ma è altrettanto vero che sorridere più spesso ci fa sentire più sereni! 🙂

Sforzati a sorridere e ridere di più, vedi il lato comico e divertente delle situazioni, prendi la vita con gusto.

All’inizio, se ti sembra difficile, affitta dei film comici. Lasciati andare alle risate e rilassati

#14. Ricerca la chiarezza interiore

Nutri la tua interiorità.

Ritagliati del tempo della tua giornata da dedicare solo alla tua anima, medita, stai da solo in mezzo alla natura, torna ad ascoltare la tua voce interiore.

L’ansia e la paura lasceranno il posto alla calma e alla serenità.

#15. Aumenta la tua creatività

Sperimenta, fai cose che stimolano la tua creatività.

Fai cose nuove, spezza la tua normale routine: cucina una ricetta etnica, ascolta musica insolita, sposta i mobili di casa.

Oppure  fai un corso di scrittura creativa, di pittura, di teatro, di cucina…ritrova l’anima creativa che c’è in te!

#16. Ottimizza la tua salute e la tua energia

Mangia cibi sani, bevi molta acqua, fai esercizio regolarmente, cura il tuo aspetto e il tuo corpo (senza esagerare!).

Fare attività fisica oltre che distrarti da pensieri inutili, attiva la produzione di sostanze benefiche per il tuo corpo e la tua mente.

#17. Investi tempo nella tua formazione

Studia le cose che ti interessano, approfondiscile. Sviluppa al massimo le tue capacità.

Ti senti insicuro con l’inglese? Fai un corso per perfezionarlo.

Il solo fatto di impegnarti a migliorarti ti farà sentire che stai andando nella giusta direzione e spazzerà via i pensieri inutili.

#18. Non cambiare per farti amare dalle persone

Già da piccolissimi, iniziamo a comportarci in un modo piuttosto che in un altro, per avere l’amore delle persone.

Se ti comportavi bene la mamma ti faceva una carezza giusto?

Crescendo continuiamo a perpetuare questo atteggiamento e molto spesso ci comportiamo come gli altri si aspettano piuttosto che come vorremmo.

Ora sei grande, e le persone che ti amano davvero, ti amano per quello che sei.

Essere te stesso ti farà sentire più leggero, meno oppresso.

#19. Smettila di criticarti per i vecchi errori

Forse hai amato la persona sbagliata, forse in passato ti è capitato di fare errori più o meno gravi, ma per quanto le cose in passato possano essere andate storte, una cosa è certa: gli errori ti hanno aiutato a migliorare, sono stati utili esperienze.

Continuare a rimuginare gli errori del passato non ti aiuterà a superare l’ansia, anzi!

Ti creerà solo una grande ansia di sbagliare ancora nel futuro.

Ricorda: tu non sei i tuoi errori.

Sbagliare e fallire sono tappe obbligatorie del tuo cammino e del cammino di tutti noi.

#20. Non metterti mai in competizione con gli altri

Ogni volta che qualcuno fa qualcosa ‘meglio di te’, qualcun altro, da qualche parte, fa qualcosa peggio di te! (fra l’altro il meglio e il peggio sono concetti altamente soggettivi).

Non preoccuparti di quello che fanno gli altri o di come lo fanno, concentrati solo su quello che stai facendo tu, l’unico record che devi battere (senza stress) è il tuo record personale.

P.S. Sappiamo bene quanto disagio e stress possa causare l’ansia.

Per questo, abbiamo creato per te una nuovissima masterclass gratuita con Daria SessaLife Breath Coach amatissima dalla tribù Omnama.

Con la semplicità e la chiarezza che da sempre la contraddistinguono, Daria ti mostrerà tecniche e strategie concrete per liberarti dall’ansia e dallo stress che rischiano di sabotare la tua vita.

Ormai lo sai che la nostra passione ad Omnama è individuare le barriere che si mettono fra noi e la nostra crescita personale e poi trovare il modo per abbatterle.

E la nuova Masterclass di Daria, Ritrova l’Equilibrio, non è da meno.

gestire le emozioni

Avatar

Silvia Poggiaspalla

Silvia Poggiaspalla è laureata in lettere e filosofia. Fin da giovanissima la sua grande passione è l’esplorazione dell’animo umano, passione che si traduce in anni di studi e ricerche sullo sviluppo e la crescita personale.

Insegna Yoga, adora l’alimentazione naturale e diffonde stili di vita salutari e consapevoli attraverso il web.

La grande passione per la vita e per il web si concretizza ogni giorno nel suo lavoro di blogger e si sposa perfettamente con la scelta di vivere in un piccolo paese in collina, in prossimità dei boschi, dove coltiva un orto e impara ogni giorno dalla natura, la sua unica vera insegnante.

La cosa che la rende in assoluto più felice?

Conoscere, imparare e condividere con gli altri le sue conoscenze.

39 Commenti

  • Avatar Melinda says:

    Ciao sono Melinda ho 42 anni sposata con 2 figli, e soffro d’ansia da tanto tempo. La paura mi assale di prima mattina da quando apro gli occhi, ho paura di non farcela, ho di morire o di avere qualcosa. Quando ho questi attacchi cioè spesso…. Ho problemi anche allo stomaco ernia iatale il reflusso esofageo gastrite e altro…
    Quando mi viene l’attacco
    mi brucia lo stomaco e mi assale di più la paura x penso che facendo in questo modo i succhi gastrici presenti nell’intestino salgono e mi Corrodono le pareti dello stomaco e questo mi terrorizza aiutatemi non c’è la faccio più mio marito se ne frega non posso sperare in un suo aiuto. Mi sono dimenticata di dire che prima ero a casa e cercavo lavoro ora lo trovato e l’ansia mi sta logorando. Perché penso che non c’è la faccio a fare tutto

  • Avatar Mary says:

    Ciao sono Mary ho 23 anni esattamente un anno fa mentre mi trovavo in un negozio si è manifestato il mio primo attacco …Da lì la mia vita è cambiata prima non uscivo neanche di casa adesso va un po’ meglio grazie ai farmaci prendo le seropram anche se sono poche….Ma vorrei non prendere nulla vorrei essere la ragazza di prima ho un ragazzo stupendo ma nn riesco a vivere tutto in modo sereno vivo sempre in un mezzo respiro ..Cavolo che brutta cosa qualcuno mi potrebbe consigliare grazie mille per aver letto..

    • Ciao Mary, la meditazione potrebbe esserti d’aiuto. In ogni caso, ti consiglio di sentire il parere di uno specialista che sicuramente ti saprà consigliare al meglio 😉

  • Avatar Eddy says:

    Io una volta mi lasciai con un’amica a distanza…prima di lasciarla pensavo a lei e questo pensiero mi tormentava la mente,mi si chiudeva lo stomaco e avevo l’affanno. Poi stavo in villeggiatura e ero sano e vegeto…poi mi vennero ancora questi sintomi. Non so come guarire, aiutatemi.

    • Ciao Eddy! Tutto nasce dai nostri pensieri e, quando sono negativi, questi scatenano una reazione emotiva e fisica che ci fa stare male. Concentrati su ciò che di bello c’è ora nella tua Vita, questo distoglierà la tua mente dai pensieri negativi e dalla tristezza (puoi cominciare da qui http://omnama.it/blog/gratitudine). Per superare l’ansia prova a seguire i consigli anche di questo articolo ( http://omnama.it/blog/calmare-lansia) e datti il tempo necessario per sedimentarli e lasciarli crescere. Hai provato a creare l’abitudine di prenderti dieci minuti appena senti che questi sintomi sono alle porte per rilassare la mente e il corpo? Ansia e rilassamento non possono coesistere come emozioni e nel momento in cui ti focalizzi su una delle due l’altra scompare. Puoi anche rivolgerti a uno specialista della salute,uno psicologo, che ti possa suggerire tecniche efficaci per calmare i tuoi sintomi in modo profondo e veloce. Spero di esserti stata d’aiuto 🙂

  • Ho sofferto di attacchi d’ansia negli ultimi 2 anni, e confermo che ridere come dice l’articolo fa bene e aiuta a superare i momenti no. Alla fine ho comunque deciso di rivolgermi ad uno psicologo perchè queste situazioni si presentavano anche in ufficio e stavano diventando difficili da gestire. Adesso posso dire di essermi lasciata definitivamente alle spalle l’ansia.

  • Avatar se says:

    Ciao! non so bene come sia inoziato ma da un mese e mezzo ho attacchi ri panico o meglio nn riesco piu a fare nulla aspettando arrivino. …
    ho sempre lo stomaco chiuso nn riesco a mangiare e qualsiasi cosq è faticosa…

  • Avatar Vincenzo says:

    Buon giorno,
    soffro di ansia diffusa e anche se sto migliorando sono purtroppo stato preso da derealizzazzione che mi affligge ogni giorno rendendomi la vita difficile. So solo che se riuscissi ad uscire dalla derealizzazione di sicuro saro di nuovo come prima, felice e appagato per tutto quello che ho poiche fisicamente sono integro e non ho alcun disturbo ringraziando Dio. Qualcuno potrebbe darmi un consiglio una testimonianza su come è uscito dalla derealizzazione o dissociazione?

  • Avatar elisabetta says:

    ciao sono elisabetta e soffro d’ansia in maniera insistente da circa cinque anni. Fin da piccola sono sempre stata insicura su certi aspetti della mia vita, ma fondamentalmente serena. A causa di determinati problemi, e forse anche per altri motivi che non so, cinque anni fa ho avuto i primi attacchi d’ansia. All’inizio sono riuscita a superarli (non certo grazie alla terapia di gruppo che seguivo e che ho lasciato tre anni fa), tornando a lavorare e a riprendermi la mia vita. Nel frattempo mi sono fidanzata con la persona giusta (tanto che dovremmo sposarci tra cinque mesi e mezzo) e forse proprio per questo motivo la mia mente è esplosa sentendosi libera di essere se stessa. Nel frattempo ho iniziato una nuova terapia con un terapeuta eccezionale, ma per motivi di salute non sono più riuscita ada andare, facendomi retrocedere. Questo mi ha aperto gli occhi facendomi capire che forse la mia autostima non nasceva da me, ma perchè mi sentivo sostenuta da lui ed ora che non posso andare per cause di forze maggiori sto peggio. Avevo ricominciato ad uscire, piano piano facevo qualche passo in più, ogni giorno mi allontanavo sempre più da casa e stavo bene, ma ora tutto è camboiato e sono tornata non solo indietro, ma anche più demoralizzata di prima. Sento dentro di me cosa è giusto che io faccia per stare meglio, ma quando sono sul punto di farlo mi blocco, come se non avessi mai vissuto prima, e il mio cervello continua chiedersi “come si fa?”…è questo il mio più grande problema: mi sembra di avere un pezzo mancante e di non capire come risolvere il problema, così come, magari, si aveva difficoltà da bambinni a risovere un problema di matematica a scuola. Ogni volta che mi viene detto puoi farcela in automatico io mi chiedo:” sì ma come, qual’è il gesto, l’atto, la “formula” per trovare la soluzione al problema?” e questo mi blocca. Chiedo umilmente scusa per essermi dilungata e per essere stata, magari poco chiara, ma avevo 23 anni quando ho iniziato a stare male e ora ne ho 28, sono stanca, amareggiata e bisognosa d’aiuto perchè ho paura che questa situazione possa diventare cronica, se già non lo è.
    Grazie per l’attenzione, aspetto una vostra risposta.

    • Omnama Team Omnama Team says:

      Ciao Elisabetta,
      Grazie per aver condiviso la tua storia con noi.
      Tutto nasce dai nostri pensieri e, quando sono negativi, questi scatenano una reazione emotiva e fisica che ci fa stare male. Concentrati su ciò che di bello c’è ora nella tua Vita, questo distoglierà la tua mente dai pensieri negativi e dalla tristezza (puoi cominciare da qui http://omnama.it/blog/gratitudine)
      Per superare l’ansia prova a seguire i consigli anche di questo articolo ( http://omnama.it/blog/calmare-lansia) e datti il tempo necessario per sedimentarli e lasciarli crescere. Hai provato a creare l’abitudine di prenderti dieci minuti appena senti che i sintomi dell’ansia sono alle porte per rilassare la mente e il corpo? Ansia e rilassamento non possono coesistere come emozioni e nel momento in cui ti focalizzi su una delle due l’altra scompare. Puoi anche rivolgerti a uno specialista della salute,uno psicologo, che ti possa suggerire tecniche efficaci per calmare l’ansia in modo profondo e veloce.
      Spero di esserti stata d’aiuto 🙂
      Un abbraccio di Luce

  • Avatar Selene says:

    Ciao..mi chiamo Selene..ho quasi 19 anni e soffro da un anno e mezzo d’ansia. Ho lasciato la scuola l anno scorso…non riuscivo ad andare a scuola, prendere il pullman, stare 5 ore in aula.. e me ne stavo tutto il giorno in casa..durante l’estate ho lavorato tutti i giorni come cameriera in un ristorante. L ansia era sparita! Mi sentivo rinata..ho deciso di riprendere gli studi.. ed ecco che dopo due mesi mi è tornata l ansia.. non riesco a frequentare regolarmente la scuola.. durante i week end lavoro e li mi passa tutto… come devo comportarmi?? Sto malissimo…

    • Omnama Team Omnama Team says:

      Buongiorno Selene,
      Spesso l’ansia genera ansia in un circolo che si autoalimenta sempre di più.
      Focalizza la tua attenzione su quello che non sta andando per il verso giusto e pensa a cosa potresti fare per risolverli.
      Un consiglio è quello di rivolgerti ad uno specialista della salute che ti possa accompagnare in un percorso per superare questo stato d’ansia.
      Un abbraccio di luce 🙂

  • Avatar Ary says:

    Sono una ragazza di 20 anni, quasi 21, particolarmente ansiosa. Lo sono sempre stata, ma l’ansia è aumentata dopo che all’Università ho dato 5 esami di fila, e anche nel periodo di preparazione avevo molta paura. Aggiungiamoci anche che sono ipocondriaca, perchè no?! Quest’estate ho subito un lutto, e il mese successivo ad esso ho avuto due attacchi d’ansia e mi sono spaventata molto. Accuso a volte anche sintomi fisici, come testa ristretta, impressione di confusione mentale e annebiamento connesso, fastidio alla gola, memoria, ed ho paura che gli altri non mi capisco quando parlo ( Eppure all’ultimo esame ho preso un buon voto, ma non giudicatemi…Sono molto modesta ^-^ ), ed ho leggermente paura delle malattie mentali. Ero in cura da una psicologa,che ho abbandonato poichè andava per soldi, ma so dove recarmi adesso. La mia paura è che potrebbe trattarsi di una cosa più seria, ma psicologa e oculista mi hanno tranquillizzata. Nonostante ciò ho comunque paura. Qualche consiglio per uscirne, che non sia una terapia farmacologica? Ringrazio ed auguro una buona serata, cordiali saluti, una giovane ragazza speranzosa di non essere più ansiosa =)

    • Avatar Paola Fazio says:

      Ciao Ary,
      Grazie per aver condiviso la tua storia con noi.
      Tutto nasce dai nostri pensieri e, quando sono negativi, questi scatenano una reazione emotiva e fisica che ci fa stare male. Concentrati su ciò che di bello c’è ora nella tua Vita,questo distoglierà la tua mente dai pensieri negativi e dalla tristezza (puoi cominciare da qui http://omnama.it/blog/gratitudine). Dai anche un’occhiata qui:http://omnama.it/blog/calmare-lansia. Per superare l’ansia prova a seguire i consigli dell’articolo e datti il tempo necessario per sedimentarli e lasciarli crescere. Puoi anche rivolgerti a uno specialista della salute, un altro psicologo, che ti possa suggerire tecniche efficaci per calmare l’ansia in modo profondo e veloce. Facci sapere come va 🙂
      Un abbraccio di Luce

  • Avatar Speranzosa says:

    Buongiorno,
    ho 30 anNi e riscontro ansia legata al lavoro. Quando mi ritrovo in ufficio vengo sopraffatta da irrigidimento, tensione, inappetenza e il problema più grave é che porto questa ansia anche a casa, al di fuori dell’orario lavorativo. Non riesco a godermi i momenti liberi dal lavoro, non dormo la notte e non ho appetito. Sono preoccupata soprattutto per il fatTo di non riuscire a staccare la spina fuori dall’ufficio. A lavoro svolgo un ruolo amministrativo/organizzativo e mi spaventano le responsabilità che mi vengono date.
    Quali consigli posso seguire? Spesso mi viene voglia di lasciare il lavoro.
    Grazie!

  • Avatar Giovanna says:

    Ciao io sono tiziana ed è da molti mesi Ke soffro fortemente di stati d’ansia e attacchi di panico sto davvero tanto male nn cela faccio più voglio tornare ad essere dinuovo felice e contenta sn sempre triste sn dimagrita tantissimo e come esco da casa mi viene la paura cs posso fare voglio aiuto per guarire presto Cs mi consigliate.

  • Avatar Lorena says:

    Buongiorno ho 56 anni e da molti anni soffro d’ansia con attacchi di panico giornalieri che si presentano in situazioni di contatto con il pubblico, con forti palpitazioni e tremore forte in tutto il corpo, sono una persona positiva e tenace, ho sempre cercato di non chiudermi nel mio guscio, ora le cose sono peggiorate nonostante i farmaci che sto prendendo sotto consiglio del medico quali : xanax e mirtazapina, cerco di evitare i luoghi pubblici, perchè le crisi sono così forti quando mi trovo per esempio in un ufficio pubblico, in chiesa, che mi sembra di affrontare una guerra. Sto pensando che potrebbe essermi di aiuto lo yoga o meditazione che vorrei al momento fare da sola. Mi farebbe piacere un Vs. consiglio, voglio ritornare ad una vita normale. Grazie e buona giornata

  • Avatar gessica says:

    Ciao io ho 20 anni e soffro di ansia da quasi 1 anno… Il primo attacco mi è venuto all’ospedale dopo un incisione alla Ciste… Ho tutto il giorno ffatica a respirare, mal di testa e tremarella… Speriamo passi presto anche perché sono giovane

  • Avatar gabri123 says:

    Ciao, hai dato dei consigli davvero buoni 🙂 grazie!! Peró ho paura che non mi bastino. Sono un ragazzo di 21 anni, sono sempre stato ansioso e poco incline ad accettare i cambiamenti. Oggi li accetto abbastanza bene, ma comunque con un po’di tempo e dovendo affrontare molta ansia. In questo periodo sono molto ansioso per paura di non riuscire a dare tutti gli esami che mi ero prefissato. Sembra una cavolata, ma giá ho perso abbastanza tempo, poiché avevo scelto la facoltá sbagliata e l’ho cambiata quest’anno, e adesso non posso perdere altro tempo. Non mi sono mai venute crisi di panico ma ormai da anni vivo dei lunghi periodi, a volte anche molti mesi di fila, con un’ansia che mi opprime e mi fa stare male tutto il giorno. E spesso mi blocca anche. Mi viene un nodo alla gola, mi sembra quasi di non riuscire a camminare e mi viene da piangere. Che devo fare? Sarebbe il caso di rivolgersi ad uno psicologo? Non ce la faccio piú a vivere con questa sensazione orribile. Sono sempre preoccupato per il futuro e mi viene il panico pensando a cosa faró tra mesi o anni e a volte vorrei soltanto sparire o passare la vita a dormire o davanti alla tv. Che dovrei fare? Lo so che forse esagero, ma è cosí che mi sento e non lo sopporto piú. Se hai dei buoni consigli da darmi ti prego di aiutarmi. Grazie e scusa per lo sfogo.

  • Avatar Claudio says:

    Ciao sono Claudio e ho 28 anni. Tutto è iniziato quando “un bel giorno” quella che pensavo fosse la donna della mia vita mi confessa lei sue insicurezze verso la nostra relazione, e quindi decidiamo di darci un pò di tempo senza tagliare definitivamente i ponti. Dopo una fase davvero drammatica dal punto di vista emotivo,inizio a frequentare una ragazza con la quale si instaura un bellissimo rapporto,che ci porta non solo a vederci ma a sentirci costantemente durante il giorno. A cause della situazione pendente con la mia ex ci ho messo un pò prima che la nostra frequentazione si trasformasse in una vera e propria relazione. Quando è diventata una vera relazione (tra l’altro segreta) nonostante stessi benissimo con lei, e mi facesse stare davvero bene non riuscivo a sciogliermi come avrei voluto/dovuto perchè avevo una tremenda paura di lanciarmi con tutto me stesso per paura che un giorno avrei potuto soffrire come avevo sofferto con la mia “ex”. Nella mia testa vedevo la mia ex come un porto sicuro dove avrei potuto avere più possibilità non di stare meglio ma di soffrire di meno. Ciò chiaramente ha portato inevitabilmente alla rottura con questa ragazza. Inizialmente non ci ho sofferto, ma a distanza di un pò di tempo, quando ho realizzato di averla persa sono iniziati degli stati fortissimi di ansia,non riuscivo ne a mangiare ne a dormire, mi assale la paura di rimanere solo, che non potrò mai più trovare una ragazza come lei, nonostante seppur in piccola misura ho riallacciato i rapporti con la mia ex. Sono davvero confuso in questo momento. quando stavo con questa nuova ragazza pensavo alla mia ex, adesso che mi sono riavicinato alla mia ex penso all’altra.

  • Avatar alex says:

    Salve io mi chiamo Alex, io ho avuto degli attacchi d’ansia o di panico per un paio di giorni consecutivi , scatenati da una situazione che mi ha portato ad avere una forte paura, non ne ho mai sofferto prima, faccio sport e adesso la mia mente si e’ convinta che il cuore essendo stato sotto sforzo per quei giorni, puo’ avermi danneggiato in qualcosa, credo sia tutto un fattore mentale , siccome ho superto i 40 anni mi preoccupo molto per la salute visto che amo da morire la pallacanestro anche se a livello amatoriale. Hovisto per caso questo sito e ho pensato di chiedere un consiglio, cmq intendo fare esami per il cuore ecc., dopo i 40 vanno fatti, o forse ho un po la fobia di essere in perfetta salute , v prego un consiglio, grazie!
    alex

  • Avatar Giovanni says:

    Ciao ho 33 anni e da credo 9 mesi trascorro le mie giornate preoccupandomi della mia salute ad ogni minimo sintomo che di solito sono” fastidio alla gola con tosse secca stizzosa e continuo raschiare la gola con senso di soffocamento peso sul petto irrequietezza tensione muscolare”controllo su internet. Ero un ragazzo che amava spesso stare da solo guidare da solo, ma adesso al solo pensiero di trovarmi da solo vado in panico e comicia a mancarmi l aria. Mi hanno diagnosticato ben 3 medici diversi una brutta faringotracheite che sto curando ma io non riesco a convincermi che tutti i sintomi che ho appartengono a questa malattia. Non ce la faccio e la cosa che davvero mi inquieta è che quando mi ubriaco sto benissimo e non avverto nessun sintomo. Che HOOOOOOO??????

    • Ciao Giovanni,
      spesso l’ansia genera ansia in un circolo che si autoalimenta sempre di più.
      Più dai attenzione ai sintomi fastidiosi che percepisci più i sintomi si amplificano mentre quando ti senti rilassato ( magari proprio quando bevi) e sposti l’attenzione su altre cose, ecco che la mente si rilassa.
      Hai provato esercizi di rilassamento e la meditazione?
      Un consiglio è quello di rivolgerti ad uno specialista della salute che ti possa accompagnare in un percorso per superare questo stato d’ansia.
      Un abbraccio di luce 🙂

  • Avatar Tania says:

    Ciao, sono tania ho 33 anni e sono quasi dieci anni che soffro di ansia generalizzata con episodi sporadici di attacchi di panico ,ma il sintomo che mi attanaglia e che rende invivibile le mie giornate senza tregua h24 é il senso di instabilità alla testa come se mi sentissi su una barca in mezzo al mare é tremendo perché non riesco a vivermi nulla neanche emozioni belle ,vivo tutto male .Ho provato di tutto ,terapia farmacologica ,sedute si terapia cognitivo comportamentale,omeopatia, naturopatia ma nulla….sto incominciando seriamente ha pensare che per me non c’é soluzione!!!!!

  • Avatar erika says:

    Ciao, sono una ragazza di 21 anni.. Sono di carattere una persona ansiosa, ma l’ansia mi ha sempre permesso di svolgere tutto quello che facevo. Devo dire che durante l’inverno, forse per il cambio di stagione e per il ritorno alle attività di sempre (come lezioni e studio) mi carico di tensione e ansia. Da ottobre ho cominciato ad accusare mal di testa ma non gli ho dato peso fino a qualche settimana fa che nel cuore della notte ho avuto un attacco di panico.da quel momento mi sono barricata in casa, con la paura di uscire, stare male. Con le vacanze di natale mi sono ripresa e non ho più manifestato attacchi di ansia ma quel peso nello stomaco lo sento continuamente. È come se non riuscissi più a tranquillizzarmi, a vivere la mia vita senza pensieri. Grazie mille dell’ascolto

  • Avatar rosa says:

    Ciao io sono rosa ho 16 anno quasi 17.due mesi fa un giorno a scuola ha incominciato a girarmi la testa e ha incominciato a venirmi l ansia da allora la mia vita è cambiata
    Io la classica ragazza che usciva sempre andava tutti i sabati a ballare adesso non riesco più a fare nulla perché ho paura di stare male o mi prende l ansia poi in più in questo momento anche nella mia famiglia ho diversi problemi che non mi aiutano mio nonno stava per morire i miei si stanno separando mia mamma mi critica solo
    Stasera per la Prima volta dopo che mi è venuto il primo attacco d ansia ho deciso di riprovare a ballare.
    Per far passare l ansia uso le gocce di Bach e poi vado a fare pilates
    E bruttissima l ansia davvero ti rovina la vita

    • Avatar Federico says:

      Ciao.. ho 20 anni da circa tre Mesi soffro di ansia… Sono sempre stata una persona ansiosa,ma ultimamente mentre ero a lavoro da mio padre mi è iniziata a mancare fortemente l aria da quel momento tutto e cambiato.. l ansia diciamo che non mi prende più come quel periodo ma ho continuamente paura e tutto ciò che mi faceva stare bene mi fa stare male… prima di fare qualsiasi cosa mi viene quel angoscia che potrei stare male… La mia non è paura di morire… Ma paura di stare male.. quel lungo sospiro che si blocca a metà..un continuo respiro affannoso per tutta la giornata

  • Avatar pietro says:

    Ciao mi chiamo pietro e ho 18 anni ma già a 2 anni che soffro con gli attacchi di ansia e panico non posso fare più niente prima in estate mi riunivo con gli amici e andavo a mare e tante tante cose adesso mi spavento ad andare nei posti lontani perché divento freddo mi si stirano i muscoli l’ansia si attacca anche nello stomaco ti senti se qualcuno ti sta pingendo la pancia e devo andare per forza in ospedale senno non mi calm dopo che l’ansia e finita mi sento troppo debole mi sento stanco assonnato e mi dovete crederene sono stanco celte volte piango senza motivo sono disperato ho tutta la vita davanti io dovrei fare guerre a questa età io prima quando ero più piccolo dicevo quando sono grande vorrei fare questo vorrei fare quello ma credetemi mi accontentavo non essere mai nato ma no che io devo stare per tutta la vita come se fossi un malato 🙁

  • Avatar Luigi says:

    Salve intanto complimenti per l’articolo davvero utile.sono un ragazzo di 31 anni e a differenza di molti io so bene quali sono le cause della mia ansia.ovvero le donne.infatti quando corteggio una donna che mi piace ma che è indecisa o non sembra tanto attratta da me,lasciandomi nel dubbio,mi viene un ansia terribile.mi estraneo da tutto e da tutti perché niente è piu interessante,sono sempre agitato e insofferente,mi viene da sospirare ma non riesco mai a finire,sembra che il cuore mi esca dal petto,la notte mi sveglio più volte alzandomi stanco il mattino seguente.e davvero logorante.posso stare tutto il giorno a letto con l’ansia pensando a lei immaginando scenari con lei cosa dirle nel caso ci incontrassimo ecc.invece rimango sdraiato ad occhi aperti immerso nell’ansia aspettando un messaggio che poi non arriva mai.aiutatemi per favore..

    • Ciao Luigi,
      pensa a come ti percepisci nei confronti della donna che ti piace.. inferiore? insicuro?
      Credi che sia solo lei ad avere il potere di farti stare bene? di renderti felice?
      E cosa succede davvero quando non funziona?
      Sei riuscito ad andare oltre giusto?

      Spesso sono proprio i nostri pensieri a fare tutta la differenza in questo campo.
      Come sarebbe se fosse lei ad aspettare un tuo messaggio? Se tu fossi impegnato in altre cose invece di stare sdraiato a immaginare ad occhi aperti? Magari proprio seguendo quelle passioni che ti rendono felice e pieno di te.

      Fai un cambio di prospettiva e riprenditi il potere di essere sicuro di te stesso, qualsiasi donna ti piaccia. Questa nuova energia senza nemmeno che tu te ne accorga potrebbe ribaltare completamente la situazione 😉
      Per capire meglio di cosa parlo puoi leggere questo articolo http://omnama.it/blog/crisi-di-coppia
      In bocca al lupo!

  • Avatar Matilde says:

    Ciao, mi chiamo Matilde ho 22 anni. Ultimamente sto avendo problemi di ansia. La situazione credo dipenda dal fatto che sono in profonda crisi con il mio ragazzo. Mi ha lasciata ma continuiamo a sentirci e ad uscire. La mattina mi sveglio ed è come se avessi paura di affrontare la giornata. Di sapere che non c’è come lo vorrei nella mia vita. Sono sempre stata una persona molto ansiosa. E in queste situazioni reagisco sempre male. Ma la cosa più brutta è svegliarsi al mattino con quel peso e quella sensazione opprimente. Alcuni tuoi consigli li ho trovati molto utili, ma come posso risolvere questo problema? Grazie in anticipo

    • Ciao Matilde,
      appena sveglia prendi un quaderno o il tuo diario se già ne hai uno e scrivi 3 cose per cui sei grata, può essere il messaggio di un’amica cara, il sole che splende, un buon caffè, una bella serata che hai passato.
      Questo semplice esercizio aiuterà i tuoi pensieri a focalizzarsi su ciò che ti bello ti può regalare ogni giornata e giorno dopo giorno sentirai quella sensazione opprimente svanire 🙂
      Facci sapere come va!

  • Avatar antonio says:

    ciao sono antonio ho 29 anni, da circa 4 mesi soffro di attacchi di ansia e di panico,trovo questi consigli molto utili da mettere in pratica… un giorno stavo tranquillamente rilassato a letto e all’improvviso mi e salita una fortissima paura di morire,avevo il respiro corto mi sentivo fortemente stordito facevo fatica a restare in piedi…i giorni seguenti ho avuto problemi fisici molto debilitanti, grande stordimento bisogno continuo di urinare avevo dei tremori di freddo che all’improvviso passavano a caldo. ora sinceramente va molto meglio anche se avvolte all’improvviso mi vengono degli attacchi di ansia che mi limitano molto… ho notato che al momento degli attacchi mi si irrigidiscono le spalle e il collo e sento un fastidio nelle arcate sopraccigliari… vorrei chiedere il perché mi accade tutto cio… e possibile capire da cosa proviene? la mia mail e peta.antonio@virgilio.it

    • Ciao Antonio,

      mi fa piacere che hai trovato utili questi consigli 🙂

      I sintomi fisici derivano probabilmente dall’ansia collegata e quello che ti posso consigliare in questo caso è di rivolgerti al tuo medico di base o a uno specialista del benessere psicologico.

      Troverai aiuto e supporto per rendere più veloce il percorso per uscirne definitivamente.

      Un abbraccio 🙂

  • Avatar Anna Prova says:

    Grazie.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.