Produttiva Quando Hai Figli: 5 Consigli Che Semplificano La Vita

donne che lavorano

 

C’è poco da fare, quando arriva un figlio nulla è più come prima.

Soprattutto per le donne che lavorano e vogliono conciliare figli e carriera.

Lascia che ti faccia una domanda:

Ti sei mai chiusa in bagno anche solo per avere 5 minuti tutti per te e vedere, dopo nemmeno 30 secondi, delle piccole manine che cercano di passare sotto la porta?

Se la risposta è sì sai cosa significa non trovare un attimo per se stesse!

L’unica speranza è che le cose migliorino con la crescita …

Bé, mio figlio ha 13 anni e per fortuna non infila le mani sotto la porta quando sono in bagno 😛 , ma il tempo che i figli ci richiedono resta tanto, anche quando crescono.

Ed ecco che diventa sempre più difficile coltivare un hobby, trascorre del tempo con il partner, leggere quel libro  o dedicare il tempo che vorresti al tua crescita professionale.

Ti senti sola e incompresa?

Taci per timore di essere etichettata come la solita “lamentosa”?

…Tranquilla, hai la totale comprensione di tutte le donne che lavorano e le madri del mondo. Io compresa.

Ed ho un’altra bella notizia per te!

Esistono delle strategie efficaci, dei veri e propri salva vita, che puoi mettere in pratica a cominciare da adesso.

Come lo so? 

La storia che quando arriva un figlio devi mettere da parte i tuoi sogni non mi è mai piaciuta…forse perché sono diventata mamma ad appena 21 anni, e di sogni ne avevo troppi per farli stare tutti in un cassetto!

Fatto sta che mi guardo indietro con meraviglia nel constatare che:

  • Quando mio figlio aveva 1 anno ho aperto un agriturismo (solo alloggio, niente ristorante, eh… mica sono wonder woman!);
  • Quando aveva 3 anni mi sono laureata (ovvio, niente lezioni e movida universitaria…solo esami, esami, esami…);
  • Quando aveva 4 anni ho fatto un master universitario (come ho fatto? Era e – learning, cioè le lezioni erano on line e dovevo presentarmi solo agli esami. É una possibilità che ormai offrono molte università);
  • Quando ne aveva 5 ho vinto una borsa lavoro presso una cooperativa;
  • Quando ne aveva 7 mi sono iscritta ad un corso di web marketing (sempre on line);
  • Ora che ne ha 13 lavoro a tempo pieno per Omnama, gestisco il mio agriturismo e sono da poco diventata insegnate di Yoga.

E devo dire che sono anche una mamma presente. Pure troppo… direbbe mio figlio 🙂

Hey…sia chiaro, non sono riuscita a fare tutto questo perché sono migliore di te, o delle altre donne che lavorano e hanno dei figli.

Ce l’ho fatta solo perché nel corso degli anni ho messo in pratica tecniche e strategie che mi hanno permesso di ritagliare del tempo per me, per i miei hobby e le mie passioni.

E per il bene di tutte le mamme che lavorano ho deciso di condividerle qui 🙂

Cominciamo!

#1. Lascia che lui impari a fare il papà;

Si sa, i papà, soprattutto all’inizio tendono a scappare, la loro è solo paura di non essere in grado.

Lo stereotipo del papà goffo e incapace è duro a morire.

Ti assicuro però che lasciare i piccoli con il babbo è cosa buona e giusta.

Fallo sentire coinvolto in ogni cosa, non rimproverarlo quando sbaglia, esprimi anzi apprezzamento e digli bravo anche quando mette il pannolino al contrario 🙂

Fai uno sforzo e fallo sentire adatto al suo ruolo anche quando sbaglia.

All’inizio sarà dura, ma con un po’ di pratica anche gli ometti diventano bravissimi!

 

#2. Cosa posso regalarti? Il Tempo!

Ad ogni compleanno, tuo o dei bambini, è sempre la solita domanda: “Cosa ti serve? Cosa posso regalarti?

Sii schietta, chiedi quello di cui hai davvero bisogno: il tempo.

Invita parenti e amici a regalarti del tempo per te, magari portando il piccolo al cinema o al parco.

Non ci avevi mai pensato?

Ti assicuro che funziona ed è anche un ottimo modo per abituare il bimbo a non stare sempre con la mamma.

 

#3. Pronti, Attenti, Via!

Questo stratagemma mi è stato incredibilmente utile per scrivere la mia tesi di laurea.

Tenevo in cucina un timer a forma di uovo.

Ogni tanto, durante la giornata, prendevo il mio uovo timer e lo settavo a 30 minuti, poi dicevo a mio figlio che finché non sarebbe finito il tempo la mamma doveva fare un lavoro importantissimo.

E lui doveva stare in silenzio, magari con un cartone animato o facendo un puzzle.

L’importante era che lui capisse che in quei 30 minuti non doveva disturbarmi perché stavo facendo qualcosa di molto importante.

Dopo i 30 minuti, se era bravo, lo premiavo e giocavo con lui per almeno altri 30 minuti.

È un “gioco” molto utile anche per fare comprendere ai più piccoli il valore del tempo.

 

#4. Cooperazione tra mamme;

Te lo sei mai chiesta?

Come fanno le altre mamme che lavorano? 

Te lo dico io. Sono nella tua stessa situazione, alla ricerca disperata di tempo.

Come te hanno dei progetti che prescindono dal loro ruolo di mamme e corrono come matte da mattina a sera.

Perché allora non cominciare a cooperare un po’ di più?

Come?

Un pomeriggio puoi tenere tu i bambini di qualcun altro e viceversa.

Comincia con gli amichetti dell’asilo se non hai amiche con figli piccoli.

Apriti alle possibilità più svariate, potrebbe essere un modo per socializzare con altri genitori e lasciare che anche tuo figlio impari a stare con gli altri.

 

#5. La Sfida 90901;

Questa è la mia preferita!

L’ho conosciuta attraverso il Blog di Crescita Personale efficacemente.com ed è stata ideata da Robin Sharma, autore de Il Monaco Che Vendette la Sua Ferrari.

Si chiama Sfida 90901.

Ti avverto: i risultati sono assicurati.

Mi ha aiutato tantissimo soprattutto negli ultimi due anni, e rimpiango solo il fatto di non averla conosciuta prima.

Ecco i passaggi da compiere per metterla in pratica:

#1. Scegli 1 solo progetto, passione, talento che vuoi coltivare su cui focalizzarti.

Mi raccomando, non due, non tre, ma uno ed uno soltanto alla volta.

#2. Dedica al progetto che hai scelto i primi 90 minuti della tua giornata.

Sì, sì..lo so..ti svegli già prestissimo, come puoi trovare 90 minuti prima di andare al lavoro?

Chi ha detto che sarebbe stato facile. Purtroppo le cose stanno così, per ottenere risultati ci vuole impegno.

Non c’è scampo, se vuoi ritagliarti del tempo per te, non ti resta che svegliarti prima di tutti gli altri.

Il mattino è un momento magico. Puoi ritagliarti la tua mezz’ora per leggere, meditare, pregare, lavorare a maglia o fare qualsiasi altra cosa tu voglia.

Sarà del tempo molto più piacevole di quello speso dormendo.

Magari prova ad andare a letto un po’ prima la sera di modo che alzarti presto non sarà così traumatico.

Comunque puoi suddividere i 90 minuti in 3 blocchi da 30 minuti da svolgere al risveglio, in pausa pranzo e la sera.

#3. Vai avanti per 90 giorni. Se un giorno salti, okay. Ma cerca di non saltare due giorni consecutivi.

#4. Trova un amico/parente/collega che tenga d’occhio i tuoi progressi e che ti stimoli quando batterai la fiacca!

Che altro dire… Non mi resta che augurarti buona sfida!

E tu?

Hai dei figli?

Come fai a trovare tempo per te stessa e per i tuoi progetti?

Quale di queste strategie metterai in pratica sin da oggi?

Fammelo sapere nei commenti qui sotto!

 

P.S. In un mondo che va sempre più di corsa, per le donne che lavorano non è per niente facile… per non parlare delle mamme che lavorano.

Noi di Omnama però ci teniamo a ricordati che, anche se tutti là fuori sembrano andare alla velocità della luce, il modo più efficace per realizzare qualsiasi obiettivo nella tua vita è uno solo:

Innamorarti di ogni singolo passo verso la meta. 

E non deve per forza essere un viaggio solitario. Anzi, se fatto in compagnia della tua tribù, diventa molto più piacevole ed efficace.

Così, nell’ultimo anno, abbiamo dato vita a qualcosa (che in Italia non si era mai visto prima) per aiutarti a creare il cambiamento che desideri nella tua vita, una volta per tutte.

Un luogo dove non sarai solo mentre vai incontro ai tuoi sogni.

È diventato un vero e proprio movimento che sta travolgendo il mondo della Crescita Personale in Italia, ormai da mesi.

L’abbiamo chiamato La Svolta School. Scoprilo QUI ad 1 Euro Soltanto >>>

 

Silvia Poggiaspalla

Silvia Poggiaspalla è laureata in lettere e filosofia. Fin da giovanissima la sua grande passione è l’esplorazione dell’animo umano, passione che si traduce in anni di studi e ricerche sullo sviluppo e la crescita personale.

Insegna Yoga, adora l’alimentazione naturale e diffonde stili di vita salutari e consapevoli attraverso il web.

La grande passione per la vita e per il web si concretizza ogni giorno nel suo lavoro di blogger e si sposa perfettamente con la scelta di vivere in un piccolo paese in collina, in prossimità dei boschi, dove coltiva un orto e impara ogni giorno dalla natura, la sua unica vera insegnante.

La cosa che la rende in assoluto più felice?

Conoscere, imparare e condividere con gli altri le sue conoscenze.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.