Come Ho Scoperto il Segreto per un Corpo Perfetto.

per un corpo perfetto Cecilia Sardeo

per un corpo perfetto

Ti sei mai trovato a lottare contro i chili di troppo?

Hai mai provato la sensazione di aver fallito mentre facevi una dieta per poi abbuffarti, e fare ancora un’altra dieta sentendoti intrappolato in un circolo senza fine?

Ti sei paragonata ad altre persone sentendoti sempre quella meno attraente, meno bella, meno… tutto?

Se hai risposto sí ad una delle domande, beh, ti assomiglio molto, perché ho provato tutte queste emozioni almeno 2,190 volte.

Cioè almeno una volta al giorno per 6 anni.

Ho rincorso un corpo più magro, più tonico e più bello da..in realtà da sempre, almeno da quando sono consapevole di avere un corpo.

Le ho provate tutte per ottenere la forma fisica che desideravo: abbonamenti in palestra, sport di squadra, jogging e addirittura un personal trainer quando finalmente me ne sono potuta permettere uno.

Sapevo di potercela fare ed ero determinata a trovare il modo..

Ma niente funzionava come mi sarei aspettata.

La palestra mi prosciugava invece di darmi energia.

Svegliarmi la mattina sapendo che avrei dovuto cominciare a fare esercizi su esercizi trasformava la prima parte della mia giornata in un incubo.

I miei muscoli erano così dolenti dopo ogni sessione di allenamento da rendermi la persona più stanca e irritabile del mondo per l’intera giornata.

E la cosa peggiore era che non vedevo nessun risultato significativo e non riuscire a raggiungere gli standard elevatissimi che fissavo per me stessa mi portava a ricadere nel vecchio circolo dell’abbuffarmi e del saltare gli allenamenti e ancora una volta del cercare di uscire da questo schema.

La chiave per liberarmi di tutto questo in realtà non era lontana, ma io stavo guardando dalla parte sbagliata.

Fino al giorno in cui tutto è cambiato.

Oggi, ho appena festeggiato i 30 anni e ho il miglior corpo (e la migliore salute) che avrei mai potuto immaginare.

Neanche quando avevo 20 anni.

Ma aspetta! Questo non è tutto!

Oggi so che non solo ho raggiunto questo obiettivo, ma un nuovo totale livello di consapevolezza.

Una nuova VITA!

Oggi mi guardo allo specchio e vedo una creatura meravigliosa, sia dentro che fuori..e come se non bastasse, tutti sembrano vederla.

Vuoi sapere la parte migliore?

La verità è che ho raggiunto il mio obiettivo (e molto di più) nel momento in cui ho smesso di ossessionarmi nell’ottenerlo a tutti i costi.

Non solo il mio corpo è cambiato e si è modellato in un modo che non avrei creduto possibile ma io stessa ho cominciato un viaggio che ha reso il mio obiettivo solo una semplice conseguenza.

Questo ha innescato una spirale di nuove scoperte su me stessa che mi hanno portato ad andare oltre molti limiti autoimposti.

Ed è stato proprio lo yoga a fare tutta la differenza!

In questo viaggio lo yoga mi ha gentilmente forzato, passo dopo passo, a spostare il mio focus su 4 cose che fino a quel momento non riuscivo (o non volevo) vedere.

4 cambiamenti che hanno trasformato il mio obiettivo in realtà ( e mi hanno aiutato a raggiungere tante altre cose che non avrei nemmeno potuto immaginare).

 

 

Cambiamento #1:  Dall’Estetica al Corpo Interiore

“Al di là di una salutare disciplina, sii gentile con te stesso. Tu sei figlio dell’universo, non meno degli alberi e delle stelle. Nella rumorosa confusione della vita conserva la pace dello spirito.”

– Max Ehrmann

Quando fai yoga non puoi prestare attenzione anche al lato estetico. È semplice.

Nel momento in cui decidi di guardarti allo specchio per controllare come ti sta il tuo nuovo top, mentre fai complicate torsioni e ti fletti in pose inusuali, sai che stai andando contro uno maggiori scopi dello yoga: quello di essere un osservatore dei tuoi pensieri, libero dai giudizi e focalizzato totalmente nel momento presente.

Con un po’ di tempo e pazienza sono riuscita a lasciare andare ogni interesse per il mio aspetto, il mio abbigliamento yoga e qualsiasi performance fisica che stava avvenendo in classe.

Ho spostato la mia attenzione al flusso del mio respiro durante le diverse pose, diventando lenamente consapevole di cosa potevo migliorare anche senza guardarmi nello specchio.

Inutile a dirsi, questo cambiamento ha aumentato la mia autostima anche fuori dal momento yoga in in modo così potente che faccio fatica descriverlo a parole.

Anche la ricerca del cibo “emotivo” è diventata un ricordo lontano.

Non ho più avuto bisogno di cercare una pace temporanea dentro una barretta di cioccolato.

Ho trovato una lunga e duratura pace interiore.

 

 

Cambiamento #2:  Dall’Ego all’Integrità

“Un fiore non entra in competizione con il fiore che ha vicino, pensa solo a fiorire”

– Anonimo

Questa era una Sfida con la S maiuscola per me.

Essendo una persona molto competitiva non potevo sopportare l’idea di non essere la migliore in qualsiasi cosa, classe di yoga compresa.

Vedere che qualcuno nella stanza era più flessibile di me, raggiungeva pose che per me erano molto dure e veniva lodato pubblicamente dall’insegnamene mi innervosiva molto.

Fortunatamente non avevo scelta.

Ho dovuto lasciare andare e cominciare a credere di essere abbastanzaIn quel preciso momento.

Superare me stessa, obbligare il mio corpo a sopportare il dolore degli esercizi e smettere di giudicare gli altri non era più un opzione.

Accettare totalmente i miei limiti, abbracciarli è diventato il mio nuovo e unico modo per andare oltre gli stessi limiti.

 

 

Cambiamento #3 :  Dalla Resistenza all’Accettazione


“Ciò a cui resisti, persiste!”

– Carl Jung

Non ci sono parole che possono descrivere meglio cosa succede quando lotti contro quello che stai facendo e sei sedotto solo dal traguardo.

Puoi procedere nel tuo cammino solo nel momento in cui accetti sinceramente ogni passo che stai compiendo.

E accettando ogni piccolo passo della tua strada comincerai a notare tanti piccoli successi  a cui non avevi prestato attenzione prima.

Tutto questo in cambio ti permetterà di goderti il viaggio verso la salute in modi che non avresti mai immaginato prima.

Arrivererai al punto in cui salire sul tuo tappetino da yoga sarà naturale come lavarsi i denti la mattina.

Semplicemente senza alcuno sforzo.

 

Cambiamento #4 :  Dall’Obiettivo Finale al Godersi il Viaggio

“È giusto avere una meta nel proprio viaggio: ma è il viaggio che conta davvero.’’

– Ernest Hemingway

Lo yoga mi ha mostrato che il fatto di definire un obiettivo di fronte a me significava niente di più che giocare in piccolo.

Ottenere il corpo che desideravo così disperatamente non sarebbe stato sostenibile e non mi avrebbe portato alcuna forma di felicità se non fossi diventata consapevole di chi sono nella mia totale interezza.

Lo yoga mi ha mostrato che avrei potuto raggiungere il mio sogno godendomi il viaggio per arrivare ad esso.

Strabiliata dalla vitalità, energia e sicurezza che ho sentito dentro di me da subito, l’allenamento quotidiano è diventato una naturale conseguenza.

Tanto che mi sono dimenticata del mio obiettivo.. finché non l’ho raggiunto davvero!

E, nel momento in cui è successo, ho capito che il viaggio era appena cominciato e c’erano tantissime cose che mi stavano aspettando.

 

Non sto dicendo che lo yoga è l’unico modo che può funzionare per te..

Quello che voglio dire è :

  • Trova qualcosa che ti permetta di sfidare i tuoi limiti, che ti faccia dimenticare il tuo obiettivo e innamorare del viaggio.
  • Qualcosa che ti permetta di amare incondizionatamente te stesso mentre lo fai.
  • Scegli qualcosa che sia compatibile con te stesso e ti permetta di crescere e migliorare (qualsiasi cosa sia) invece di qualcosa noioso e ripetitivo.

È così che non ti stancherai mai di farlo.

Rimarrai sorpreso nel vedere che l’obiettivo che hai rincorso per così tanto tempo, era già stato raggiunto dentro di te e stava solo aspettando di essere portato alla luce.

Goditi il tuo viaggio,

Cecilia

 

P.S. Fai yoga? Cosa significa per te? Sono proprio curiosa di saperlo e pronta per essere ispirata 🙂

ATTENZIONE! ATTENZIONE! 

La vera ragione per cui non riesci a perdere peso potrebbe non essere quella che immagini.

Dimagrire non è solo il risultato di un mero conteggio calorico, ma è una trasformazione che tiene conto della complessità dell’animo e della mente umana, e finché non prenderai consapevolezza dei tuoi schemi di pensiero non ci sarà dieta o allenamento che possano funzionare.

Perdere peso non ha solo a che fare con sacrifici e sofferenze, ma diventa la naturale conseguenza di un vero e proprio cammino di trasformazione che coinvolge non solo il corpo, ma anche la mente e lo spirito e porta l’individuo ad una vera e propria rinascita sia da un punto di vista interiore ed esteriore.

Se vuoi perdere peso ma nulla sembra funzionare, scopri come usare il potere del tuo subconscio per raggiungere finalmente i risultati che desideri QUI!

Sei pronto a raggiungere la forma fisica perfetta attraverso le efficaci  tecniche di riprogrammazione mentale del Metodo Silva?

Button Text

Cecilia Sardeo

Cecilia è imprenditrice online di successo sul mercato italiano e internazionale. Alcuni tra i suoi progetti più conosciuti in Italia sono Omnama.it, portale unico nel suo genere in Italia per la meditazione e la crescita personale e Ceciliasardeo.it.

Tutti i suoi progetti sono volti ad un unico grande obiettivo: contribuire alla creazione di un mondo dove ciascuno può accedere agli strumenti necessari per investire in se stesso, a prescindere da status sociale, condizione economica, tipo di educazione.

Cecilia è anche autrice di sBlogg@ti, best seller dedicato a chi desidera creare un blog e trasformarlo in una fonte di guadagno. Basato su una storia vera, la sua.

Vieni a conoscerla su Facebook

7 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.