E Se Cucinare Fosse la Tua Meditazione ?

meditazione in cucina

Hai mai sentito parlare di cucina zen? 

Ok, immagino tu stia pensando a ricette esotiche, o a prelibate preparazioni con ingredienti speciali…

No, la cucina zen è molto di più, perché è qualcosa che puoi provare per affrontare al meglio gli impegni di ogni giorno, soprattutto quelli che ti succhiano più energia e credimi, se leggi questo post fino alla fine potrai darle un significato alla cucina zen che fino a pochi istanti prima non avresti mai immaginato. 🙂

Cucina Zen: Più Tempo Per Te (Di Qualità)

Ti è mai capitato?

Di sentirti super impegnato intendo.

Cronicamente a corto di tempo.

Tante cose da fare, tanti obbiettivi che vuoi portare a termine, senza mai riuscire a realizzarli tutti.

Non sarebbe affatto sorprendente, visto i ritmi stressanti in cui ci troviamo a vivere: lavoro (se siamo fortunati), famiglia, figli e poi la vita sociale (se siamo fortunati).

Mai un momento per noi stessi !

La buona notizia è che praticando la meditazione potrai migliorare molto sul versante impegni, grazie ad una mente più focalizzata ed efficiente che ti permetterà di portare a termine più compiti nello stesso lasso di tempo.

Altra buona notizia è che anche se sei super impegnato, un po’ di tempo extra per la meditazione non è poi così difficile trovarlo.

Come?

Cercando di conciliare la meditazione con una delle attività che intraprendi quotidianamente.

La meditazione, infatti, non significa necessariamente restare seduti e immobili in completo silenzio.

Se vuoi imparare a meditare da un grande maestro scopri qui il video con Amadio Bianchi, che ti spiega come imparare a meditare in modo semplice e concreto.

Alcune attività quotidiane se affrontate con il giusto stato d’animo e il giusto approccio mentale, possono essere facilmente trasformate in un appagante esercizio di meditazione.

Una delle attività che molte persone trovano facile associare alla pratica meditativa è il cucinare.

Se ci pensi, cucinare è qualcosa di bellissimo, un momento di piccola grande creazione oltre che un modo per rendere felici le persone a cui vogliamo bene.

Prova anche tu ad utilizzare questa attività per entrare in uno stato meditativo.

Non è importante che tu sia un mago in cucina o che tu riesca a preparare un piatto elaborato o delizioso, quanto che tu faccia in modo di trasformare l’arte culinaria in una esperienza che ti permette di essere completamente presente .

Vediamo assieme come fare a mettere in pratica la cucina zen. Pronto?

Incominciamo.

Cucina Zen: Inizia Da Qui

1. Per prima cosa lascia le preoccupazioni fuori dalla porta della cucina

Mentre ti lavi le mani immagina che le preoccupazioni del giorno vengano lavate via assieme alla sporcizia e alle impurità.

Pulisci le superfici della cucina che andrai ad utilizzare con lo stesso stato d’animo.

2. Metti assieme i tuoi ingredienti, maneggiandoli con estrema cura come se fossero preziosi oggetti con cui creare una formula magica o come se li stessi offrendo ad una fonte di vita.

Esprimi la tua intenzione di rendere felici le persone per cui cucinerai.

Dillo ad alta voce se vuoi.

Meditazione e Cucinare

3. Fai in modo che tutte le piccole azioni che compi, come il lavare, il tagliare e il mescolare, plachino il tuo corpo e la tua mente.

Appassionati ad ogni singolo compito, ad ogni singolo movimento.

Per quanto ripetitivo possa apparire, compilo come se fosse la cosa più importante del mondo, lasciando che sia una manifestazione esteriore del tuo stato interiore: calmo, pacato, senza distrazioni e pieno di energia positiva.

Ricorda, ogni azione è un piccolo importante passo verso la creazione finale.

4. Se la tua mente viene distratta da altri pensieri, riconcentrati su quello che stai facendo e ricorda qual’è il tuo intento: quello di creare qualcosa e rallegrare con questa creazione le persone che ami.

5. Presenta il cibo e apparecchia la tavola come se il tutto fosse una piccola opera d’arte: posiziona i piatti le posate e i tovaglioli con cura e decora la pietanza che hai preparato con amore, come se fosse un piatto da grande chef.

Anche questo è cucina zen ed è parte della meditazione, credimi, i tuoi commensali sentiranno la differenza.

6. Compiaciti nell’aver creato un qualcosa di unico, nell’aver migliorato le tue abilità in cucina e nell’aver donato ai tuoi ospiti il calore di un momento di convivialità.

Buona meditazione allora..ah, e buon appetito ! : )

Quasi dimenticavo, se vuoi approfondire la meditazione abbiamo preparato un programma speciale, che ti permette di meditare in modo semplice, sicuro ed economico.

Si chiama OmTree e puoi scoprirlo cliccando su questo LINK.

Ad un nuovo equilibrio,

Il Team Omnama

Avatar

Silvia Poggiaspalla

Silvia Poggiaspalla è laureata in lettere e filosofia. Fin da giovanissima la sua grande passione è l’esplorazione dell’animo umano, passione che si traduce in anni di studi e ricerche sullo sviluppo e la crescita personale.

Insegna Yoga, adora l’alimentazione naturale e diffonde stili di vita salutari e consapevoli attraverso il web.

La grande passione per la vita e per il web si concretizza ogni giorno nel suo lavoro di blogger e si sposa perfettamente con la scelta di vivere in un piccolo paese in collina, in prossimità dei boschi, dove coltiva un orto e impara ogni giorno dalla natura, la sua unica vera insegnante.

La cosa che la rende in assoluto più felice?

Conoscere, imparare e condividere con gli altri le sue conoscenze.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.