Conosci Te Stesso? Ecco Una Piccola Guida Per Riuscirci [E Realizzarti Davvero]

Saper conoscere se stessi è uno dei temi più sentiti del momento.

Recenti studi di psicologia dimostrano che non solo tra i giovani, ma anche tra gli adulti è sempre più diffusa una problematica molto grave: la mancanza di sicurezza interiore, dovuta essenzialmente ad una quasi totale inconsapevolezza di chi si è realmente.

Chi di noi, almeno una volta nella vita non si è sentito perso, smarrito, senza punti di riferimento?

Scommetto che anche tu, a volte, ti sei sentito simile ad uno strumento musicale stonato.

Sono quei momenti in cui è come se la nostra interazione con noi stessi, con gli altri, con il nostro lavoro, con le nostre normali attività, produca solo dissonanze e suoni distorti.

Ci sentiamo scollegati, immersi in una realtà che non ci appartiene, insicuri delle nostre scelte e decisioni, incerti sulla strada da seguire, non sappiamo più chi siamo e cosa vogliamo davvero.

A causa degli stili di vita che ci troviamo a condurre, sempre più frenetici, problematici e che ci risucchiano energia, arriviamo spesso ad un punto in cui ci sentiamo totalmente insoddisfatti.

Ci ritroviamo privi della lucidità necessaria per una chiara comprensione nei nostri valori e dei nostri obiettivi.

E tu, sei sicuro di sapere realmente chi sei?

O forse hai la sensazione che la tua vera natura, la parte più vera e profonda di te sia sommersa da una pesante coltre di convenzioni, regole, pregiudizi, paure e ansie e neanche tu la conosci davvero?

Bè, se è così che ti senti, non disperare, siamo in tanti ad avere questa bruttissima sensazione di smarrimento, ed è possibile conoscere se stessi e ritrovare la propria autenticità perduta, basta volerlo…

…e tu lo vuoi?

Bene, allora continua a leggere! : )

Conoscere Se Stessi: Un Monito, Un Tempio

Il monito inciso sull’ingresso del tempio di Delfi (gnōthi seautón – Conosci Te Stesso) e risalente a 2500 anni fa, sta lì a testimoniarlo.

Gli antichi sapevano benissimo che per superare un qualsiasi disagio è fondamentale affrontare un percorso di conoscenza di sé, al fine di comprendere i propri limiti ma anche i propri talenti e il proprio potenziale inespresso.

Grazie all’esplorazione della propria reale identità, è possibile costruirsi una buona autostima e sentirsi soddisfatti e felici.

In ognuno di noi c’è un vero e proprio universo interiore, molto più profondo e autentico del mondo esteriore, che spesso però non conosciamo, perché non abbiamo mai dedicato tempo alla sua esplorazione.

La domanda che ti starai ponendo adesso è sicuramente questa:

Come posso conoscere me stesso?

Naturalmente non ci sono ricette miracolose e istantanee.

Quello che vorrei fare insieme a te è compiere i primi passi del tuo cammino verso la conoscenza di te stesso.

Gettare assieme solide basi per affrontare il tuo percorso.

Innanzitutto ricorda che conoscere se stessi è un viaggio che porta a:

  • Trasformare i tuoi limiti in punti di forza; 
  • Essere padrone dei tuoi pensieri;
  • Sentirti a tuo agio in ogni situazione;
  • Vivere ogni giornata della tua esistenza al 100%;

Ne vale la pena, non trovi?!

#1. Primo passo: il protagonista della tua vita sei tu

Iniziamo il nostro percorso con un esercizio pratico.

Prendi carta e penna e disegna sul foglio bianco davanti a te una serie di cerchi concentrici, come le orbite dei pianeti che ruotano intorno al sole, il cerchio più piccolo, quello al centro, coloralo di rosso.

Ora osserva questi cerchi e immagina che quelli più esterni rappresentino gli aspetti più superficiali della tua vita, quelli meno importanti, mentre i cerchi interni sono ciò a cui tieni di più, gli aspetti fondamentali della tua esistenza.

Che cosa rappresenta il cerchio rosso più piccolo?

Che cosa metti al centro della tua vita?

Ora prenditi tutto il tempo per riflettere e scrivi la risposta.

Fatto?

Le risposte più comuni solitamente sono: i miei figli, il mio partner, il mio lavoro, il denaro, gli amici, ecc.

Se anche tu hai scritto una di queste risposte, ora cancella con un tratto di penna la risposta che avevi dato e sostituiscila con “ME STESSO”.

Esatto, niente è nessuno può essere al centro della tua vita se non te stesso, e non sentirti assolutamente egoista per questo!

Il benessere e la prosperità di tutto ciò che orbita attorno a te, persone, attività, emozioni, convinzioni, beni materiali, sono solo una conseguenza del benessere di quel piccolo cerchio rosso. Del tuo benessere.

Tutto dipende da te, sei l’unico e il solo protagonista della tua vita, nessuno potrà mai sostituirsi a te.

Prima di rivolgere le tue attenzioni all’esterno, verso gli altri, che siano i tuoi figli, il tuo partner, i tuoi genitori, è necessario che tu rivolga le tue attenzioni a te stesso.

Conoscere se stessi significa curare la relazione con se stessi. 

Prenditi cura di te, dedica del tempo solo a te stesso, anche poco, ma tutti i giorni!

Amati e coccolati come faresti con la persona che ami di più a questo mondo, perdonati se hai fatto degli sbagli.

#2. Secondo passo: impara ad ascoltarti

Dunque, se il primo passo di questo processo di autoconoscenza del sé è la consapevolezza che l’unico protagonista della tua vita sei tu, e nessun altro, il secondo passo è imparare ad ascoltarti.

Riappropriati del tuo modo di sentire e sviluppare una relazione con la parte più intima e vera di te.

Si tratta di un’azione spirituale, e la meditazione è una delle migliori via da seguire a questo scopo.

La meditazione è ascolto.

È un processo di ritorno al tuo centro.

È imparare a confrontarti con te stesso e con l’ambiente e le persone che ti circondano, partendo da ciò che realmente sei e non da come gli altri ti definiscono.

Meditare significa conversare con se stessi e attraverso la pratica, le risposte arrivano più facilmente di quanto credi.

Conversare con il proprio sé è inoltre un’ottima modalità per calmarsi e fare il punto della situazione. È terapeutico.

Pensa un po’ a quello che fa lo psicologo in una seduta… conversa con il suo paziente, lo lascia parlare e gli pone domande.

Attraverso la meditazione accedi a ciò che veramente sei attraverso la pratica del silenzio.

Quando hai la sensazione di sentirti come uno strumento stonato, la meditazione può essere il mezzo per “accordare” il tuo strumento.

Attraverso di essa potrai ascoltare le note fondamentali del tuo essere.

Così come un violinista, mentre accorda il suo violino, deve ascoltare con attenzione certe note chiave, anche tu devi ascoltare ciò che la vita cerca di dirti, attraverso i sussurri della tua anima.

Ora siediti, chiudi gli occhi, inizia a respirare profondamente e ascoltati.

Considerati come un ricercatore. Il tuo campo di ricerca è il più vasto, il più bello e misterioso a cui un uomo possa accingersi: il proprio sé.

E Tu conosci davvero te stesso?

Hai mai provato la meditazione per toccare il tuo Io più profondo?

Se non sai da dove iniziare con la Meditazione, ma sei curioso di scoprire come potrebbe migliorare la tua Vita, scopri oggi OmTree, il programma di Omnama creato per permetterti di meditare in modo semplice, sicuro ed economico.

Non è un programma qualunque! OmTree ti aiuta a meditare in modo profondo e piacevole, con tracce di meditazione guidata specifiche e dall’effetto benefico e immediato.

Scoprilo subito qui ad un prezzo davvero speciale.

Avatar

Silvia Poggiaspalla

Silvia Poggiaspalla è laureata in lettere e filosofia. Fin da giovanissima la sua grande passione è l’esplorazione dell’animo umano, passione che si traduce in anni di studi e ricerche sullo sviluppo e la crescita personale.

Insegna Yoga, adora l’alimentazione naturale e diffonde stili di vita salutari e consapevoli attraverso il web.

La grande passione per la vita e per il web si concretizza ogni giorno nel suo lavoro di blogger e si sposa perfettamente con la scelta di vivere in un piccolo paese in collina, in prossimità dei boschi, dove coltiva un orto e impara ogni giorno dalla natura, la sua unica vera insegnante.

La cosa che la rende in assoluto più felice?

Conoscere, imparare e condividere con gli altri le sue conoscenze.

12 Commenti

  • Avatar io chi? says:

    ciao,
    io mi trovo in una situazione logorante, oltre a non sapere chi sono , ho una bassissima stima di me, non riesco a stare solo
    in piu’ non vedo vie d’uscita mi sento come in gabbia.
    che consiglio potresti darmi?

  • Avatar Angela says:

    Ciao Omnama ti vorrei chiedere un consiglio per come fare ad aiutare mia sorella di 18 anni che e soppressa da problemi famigliari ed e stata lasciata anche dal ragazzo ma purtroppo lei vive la società e non conosce se stessa e piena di ego e molto trasportabile e ora e in un percorso molto difficile vorrei aiutarla per fargli capire che se si concentrasse su se stessa starebbe meglio ma ho paura che mi da della cogliona…volevo chiederti se hai qualche suggerimento per fargli provare la ricerca di se stessa…grazie mille in anticipo

    • Ciao Angela, ti consiglio di parlarle apertamente e con il cuore. Fallo senza darle contro o dirle che sbaglia, ma solo consigliandola, rassicurandola, facendole capire che le sei vicina, sempre, che può contare su di te. In bocca al lupo <3

  • Avatar Katy says:

    Anche io vorrei partecipare

  • Avatar Mariateresa says:

    Ho ascoltato la traccia di meditazione che ci hai messo a disposizione, devo dire di essere davvero più rilassata e calma, sono libera dalla mia solita confusione, riesco a pensare lucidamente a quello che voglio dire e comunicare, grazie davvero tanto, hai reso questa giornata migliore ❤

  • Avatar anna says:

    Percorso di conoscenza, imparare ad ascoltarsi, entrare in contatto con il proprio sè..
    tutto questo mi ispira molto e ne sono attratta e vorrei iniziare anche io un percorso di consapevolezza di me, ma non so da dove cominciare CONCRETAMENTE
    meditare..ok..ma quindi? devo star seduta a concentrarmi sul respiro? e ci sono anche dei corsi di meditazione….meglio farlo da soli o anche in gruppo va bene?
    come faccio a connettermi con me stessa?
    grazie per tutte le risposte! 🙂

    • Ciao Anna,
      puoi iniziare con noi, partecipando a questa “sfida” http://omnama.it/meditazione-omweek , quello che ti serve sono 10 minuti al giorno, la traccia per meditare che trovi su questa pagina e la voglia di cominciare questo percorso ( e mi pare tu ce l’abbia già 🙂 ) . Puoi condividere difficoltà e piccoli successi con noi e con tutte le persone che si avvicinano alla meditazione per la prima volta.
      Alla fine della settimana fammi sapere com’è andata qui e ti posso dare altri consigli 😉
      Buon percorso di connessione a te stessa!

  • Avatar Paolo says:

    Io personalmente non credo nella meditazione, pero’ comunque e’ un articolo interessante. Non credo di conoscere me stesso ma ho letto qualcosa di Krishnamurti e penso che per conoscere se stessi bisogna essere sinceri, cioe’ non confondere cio’ che realmente siamo con cio ‘ che vorremmo essere.

    • Omnama Team Omnama Team says:

      Ciao Paolo 🙂

      Grazie del tuo commento, mi fa molto piacere sapere che hai trovato l’articolo interessante!
      E’ bello anche notare che anche se dici di non credere alla meditazione, sei aperto a nuove idee.
      E’ vero, penso anche io che per conoscere davvero sé stessi sia importante mettere a tacere il nostro ego,
      cioè quello vorremmo essere, solo così la nostra vera natura può emergere.
      La meditazione è molto utile in questo, perché non provare?

      Un abbraccio di Luce da Omnama

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.